Seguici su
Cerca

Tassa sui rifiuti - TARI

Servizio Attivo

La tassa sui rifiuti (Tari) è il tributo destinato alla copertura integrale dei costi relativi alla gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati, comprendente lo spazzamento, la raccolta, il trasporto, il recupero, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti. Da corrispondere in base a tariffa, la tassa è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. 

La Tari, componente, assieme alla Tasi e all'Imu, dell'Imposta unica comunale (Iuc), è disciplinata dall’art. 1 comma 639 della Legge 147 del 27/12/2013 e nel Decreto del Presidente della Repubblica n. 158/1999, nonché nei regolamenti adottati dai singoli comuni.



A chi è rivolto

Il tributo è dovuto da chiunque ne realizzi il presupposto (possesso/occupazione/detenzione di locali/aree scoperte suscettibili di produrre rifiuti urbani), con vincolo di solidarietà tra i componenti la famiglia anagrafica o tra coloro che usano in comune le superfici stesse.

Descrizione

La tassa sui rifiuti (Tari) è il tributo destinato alla copertura integrale dei costi relativi alla gestione dei rifiuti urbani e dei rifiuti assimilati, comprendente lo spazzamento, la raccolta, il trasporto, il recupero, il trattamento e lo smaltimento dei rifiuti. Da corrispondere in base a tariffa, la tassa è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte, a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani.  La Tari, componente, assieme alla Tasi e all'Imu, dell'Imposta unica comunale (Iuc), è disciplinata dall’art. 1 comma 639 della Legge 147 del 27/12/2013 e nel Decreto del Presidente della Repubblica n. 158/1999, nonché nei regolamenti adottati dai singoli comuni.

Come fare

Versamento tramite il modello F24 precompilato, allegato al prospetto riassuntivo inviato annualmente dal Comune, pagabile senza costi di commissioni presso sportelli bancari, uffici postali oppure tramite i servizi di home banking.
I contribuenti residenti fuori dal territorio dello stato che non possono utilizzare il modello F24, possono seguire il pagamento mediante bonifico su conto corrente bancario intestato a “Comune di Assolo”, indicando la causale TARI anno xxxx, presso:
Banco di Sardegna – sportello di Usellus - IBAN: IT 56 L 01015 88170 000000001076 - SWIFT/BIC: BPMOIT22XXX

In caso di smarrimento degli allegati modelli F24, il contribuente potrà recarsi presso l’Ufficio Tributi del Comune, in via Arborea
15, il quale è a disposizione per ogni eventuale chiarimento dal lunedì al giovedì dalle ore 10.30 alle ore 12.30.

Cosa serve

///

Cosa si ottiene

Tassa sui rifiuti - TARI

Tempi e scadenze

Le dichiarazioni TARI devono essere presentate entro 90gg. dal verificarsi dell'evento (apertura nuova utenza, variazione, cessazione)


E' possibile effettuare il pagamento della TARI in un unica soluzione o in più rate (i termini di pagamento sono consultabili nel prospetto inviato annualmente).

Accedi al servizio

Il servizio è disponibile nella sede dell'ufficio

Condizioni di servizio

Per l’anno 2021 e successivi gli importi dovuti a titolo di TARI sono da versare distintamente dagli importi dovuti a titolo di TEFA.

L' omesso, parziale o tardivo pagamento dell'importo dovuto per la TARI entro le scadenze stabilite comporterà la notifica da parte del Comune di un avviso di accertamento esecutivo e contestuale applicazione della sanzione di legge, con l'addebito degli interessi di mora calcolati al tasso legale e le spese di notifica. Puoi sanare spontaneamente il mancatoparziale o tardivo pagamento della tassa, beneficiando di una consistente riduzione delle sanzioni, ricorrendo allo strumento del ravvedimento operoso. Non puoi avvalerti del ravvedimento operoso nel caso in cui la violazione sia già stata constatata. Perché si perfezioni il ravvedimento è necessario che entro il termine previsto avvenga il pagamento della tassa o della differenza di tassa dovuta, degli interessi legali sulla tassa, maturati dal giorno in cui il versamento doveva essere effettuato a quello in cui viene effettivamente eseguito e della sanzione sulla tassa versata in ritardo.

Se hai pagato un importo superiore al dovuto puoi presentare domanda di rimborso compilando la modulistica predisposta e allegando la documentazione richiesta.  Devi presentare la domanda di rimborso entro il termine perentorio di cinque anni dal giorno del versamento.



Documenti allegati

Contatti

Argomenti:Pagina aggiornata il 28/09/2023


Quanto sono chiare le informazioni su questa pagina?

Valuta da 1 a 5 stelle la pagina

Grazie, il tuo parere ci aiuterà a migliorare il servizio!

Quali sono stati gli aspetti che hai preferito? 1/2

Dove hai incontrato le maggiori difficoltà? 1/2

Vuoi aggiungere altri dettagli? 2/2

Inserire massimo 200 caratteri